naturistitalia

Informazione Naturista

Socialità naturista

di Pino Fiorella

Con questo articolo concludiamo un trittico di articoli dedicati all’impatto del Covid-19 sullo stile di vita naturista, iniziato ad aprile con Nutrirsi con amore durante la quarantena e proseguito la scorsa settimana con Naturismo di prossimità.

Naturismo di prossimità

di Valerio Rupo

Da qualche settimana, in un’atmosfera di grande apprensione per ciò che ci riserverà la prossima estate, i titoli dei giornali si rimbalzano il termine “turismo di prossimità” […]

Sono stati scritti fiumi di parole sulla distinzione tra nudismo e naturismo, ma aggiungere ancora qualcosa sull’argomento è necessario […]

Dove fare Naturismo a Creta

di Andrea Veniani

Questa storia comincia parecchi anni fa. È la storia di un amore per un’isola e per un luogo che non si sono mai affievoliti nel tempo […]

Naturistitalia ha intervistato Gabriella Carrera, Presidente dell’A.n.ab, Associazione Naturista Abruzzese, sulla spiaggia naturista ufficiale di Punta Le Morge […]

La nudità non è impudicizia

Nel 1960 l’allora vescovo di Cracovia Karol Wojtyla, futuro Papa Giovanni Paolo II, scrisse queste parole nel suo libro “Amore e Responsabilità”. Sul tema del nudo non impudico tornò più volte, anche durante il suo Papato.

Poiché è creato da Dio, il corpo umano può rimanere nudo e spogliato, eppure
preserva intatti il suo splendore e la sua bellezza.
La nudità come tale non dev’essere equiparata all’impudicizia.
C’è impudicizia soltanto quando la nudità svolge un ruolo negativo rispetto al valore della persona.
Il corpo umano non è una fonte di vergogna.
L’impudicizia, così come il pudore e la modestia, è una caratteristica dell’interiorità di una persona, nuda o vestita.
Karol Józef Wojtyla (1920-2005)


naturistitalia